07 Mag

Vi esortiamo fortemente a pregare per noi!

Messaggio urgente ricevuto dalle organizzazioni delle chiese evangeliche in India.

La situazione a causa del Covid-19 è allarmante!

Un leader evangelico scrive: “I dirigenti delle chiese, i pastori e i membri delle congregazioni vengono portati via per sempre dal Covid. I nostri cuori sono completamente spezzati ”. Migliaia di persone muoiono senza poter accedere agli ospedali, senza ossigeno né medicine.

Come avrete appreso dalle notizie quotidiane, l’India sta vivendo una forte crisi sanitaria su larga scala poiché il virus Covid-19 si diffonde senza controllo.

Le autorità hanno comunicato che il numero dei contagiati registrati fino ad oggi è di 21.500.000 e i morti sono 235.000. Il numero di infezioni cresce giornalmente e si teme che le cifre reali siano di gran lunga più alte.
Testimonianze da tutto il paese parlano di "panico" poiché tantissime persone muoiono a casa o per strada senza poter accedere agli ospedali. La mancanza di posti letto, ossigeno e medicinali lascia gli operatori sanitari impotenti. Chi se lo può permettere cerca bombole di ossigeno sul mercato nero, pagandole a prezzi esorbitanti.
Le immagini condivise dai media internazionali mostrano numerose cremazioni di cadaveri eseguite all'aperto. Negli ultimi giorni nella capitale Delhi un test Covid-19 su quattro è risultato positivo, dimostrando l'alta incidenza del virus.

Le chiese cristiane duramente colpite

In una lettera inviata ai leader cristiani della IFFEC (International Federation of Free Evangelical Churches, il leader delle Hindustani Covenant Church (HCC), una rete di chiese evangeliche libere in India, il reverendo David Steven ha descritto il tremendo impatto che il Covid-19 ha avuto nelle ultime settimane.
“Le chiese stanno attraversando il periodo più difficile della loro storia, i nostri cuori sono completamente infranti".

David Steven racconta che i servizi funebri vengono svolti uno dopo l’altro. Tra i decessi si annoverano anche persone care sulle quali egli stesso aveva imposto le mani per ordinarle al ministero. I parenti, compresi i figli rimasti senza padre” e le vedove, pongono ai dirigenti delle chiese numerose domande come: ”Cosa dobbiamo fare ora? Dove dovremmo andare? Come vivremo qui dopo tutto ciò che è accaduto? ”.
Il rappresentante delle comunità evangeliche dice: “Questa è un'enorme responsabilità che dobbiamo affrontare e sostenere con compassione. La chiesa ha bisogno di intraprendere azioni concrete importanti per la loro riabilitazione.
Il leader delle chiese “HCC ha poi aggiunto: “Anche noi abbiamo perso diversi membri della congregazione, anche giovani, che avevano assunto diverse responsabilità all'interno di varie chiese.”
Il testo della lettera si conclude con una richiesta: “Vi esortiamo fortemente a pregare per le famiglie dei pastori, dei dirigenti delle chiese, dei membri delle congregazioni e delle innumerevoli famiglie colpite, affinché il Signore Gesù Cristo possa consolarli in questo momento di grande dolore. Vi supplichiamo di pregare per l'HCC e per le altre chiese in India, in modo che siano in grado di adempiere questi importanti compiti sotto la guida dello Spirito Santo.

 

  • Fonte: Diverse organizzazioni evangeliche internazionali
  • Redazione e adattamento: Salvatore Farinato
  • Upload: Grazia Marano