Ott 2022

Le crisi – una nuova opportunità?

I cinesi utilizzano gli stessi segni per la parola „crisi" e la parola "circostanza opportuna". Ogni crisi dovrebbe dunque essere una circostanza opportuna. Non certo a prima vista! Esistono diversi tipi di crisi che possiamo suddividere in quattro gruppi.

Crisi prevedibili
In alcuni casi non c’è bisogno di essere profeti per dire: "Se tu continui in questo modo, sbatterai prima o poi la testa contro il muro!" Quante crisi coniugali sarebbero state prevedibili? Altre invece sembravano imprevedibili, ma lo erano veramente? Alcune dolorose relazioni andate in frantumi si sono sviluppate col passare del tempo. Sono il risultato di ripetute abitudini egoistiche, di parole che feriscono, del rifiuto di perdonare, della rinuncia alla comunicazione, di negligenze reciproche!
La Bibbia dice: "Chi semina l'ingiustizia mieterà l'infelicità." E il raccolto sarà terribile.

Crisi imprevedibili
Un incidente mortale, la nascita di un bambino handicappato, una malattia incurabile diagnosticata durante una visita medica di routine, un licenziamento, nonostante diplomi ed esperienze professionali. Avvenimenti questi che scuotono profondamente. In un istante la vita diventa insicura e non sarà mai più la stessa.

Crisi profonde e durature
I drammi e le disperazioni che colpiscono i nostri cari, la malattia mortale che si espande irrimediabilmente nel loro corpo e tante altre tristi circostanze.
Davanti alle apparenze di benessere nessun successo, nessuna ricchezza materiale potrà mai soffocare il fallimento interiore.
Cosa dire dei peccati (comportamenti negativi) che si sono accumulati? Che dolore sapere che abbiamo fatto soffrire gli altri!
Risentiamo di questo malessere anche quando sappiamo che abbiamo troncato con Dio.
Molti non vivono realmente, ma vegetano. Non conoscono lo scopo della loro vita, non sanno per quale motivo sono qui e non sanno dove vanno. La loro vita è fragile. Questo genere di crisi, sicuramente meno scioccante, può penetrare ugualmente nella nostra vita e toglierci la serenità.

La crisi – una nuova opportunità
In un primo momento nessuno ha questo sentimento. Una donna divorziata descriveva la sua storia con queste parole: "Mi sentivo come un veliero nella morsa dell'uragano, l'albero maestro rotto, le vele lacerate!" Altri hanno avuto l'impressione di essere in un tunnel, del quale non conoscevano la lunghezza e neppure dove si trovasse l'uscita d'emergenza. Avevano il brutto sentimento di non potere contare su nessuno, di essere soli e di non riuscire più ad affrontare la vita.
Le reazioni possono essere molto diverse. Alcuni gridano "Perché proprio io?" Altri si ribellano con violenza. Corrono il rischio che la sofferenza nascosta si trasformi in amarezza. Lo scoraggiamento profondo può condurre a chiudersi in sé stessi e a credersi senza valore. Altri fuggono dalla realtà e si danno all'alcool, alla droga e persino al suicidio!
L'enciclopedia scrive che la parola "crisi" proviene dal greco "decisione". Le crisi possono quindi spingerci a prendere decisioni capaci di cambiare il corso della nostra vita, decisioni buone o cattive che siano.

Rimettersi in questione
È proprio attraverso le crisi che siamo confrontati con le questioni essenziali della vita, questioni che forse abbiamo trascurato o alle quali non abbiamo una risposta.
Esse scuotono la nostra routine e scoprono il nostro comportamento abituale, generalmente fonte di difficoltà per gli altri.
Un albero esposto alle tempeste o alla siccità sviluppa profonde radici. Anche le nostre crisi sono opportunità per cercare nuove risorse, fondamenta più solide.

E Dio?
Le nostre crisi sono anche un'opportunità per interrogarci sulla nostra relazione con Dio. Siamo stati creati per essere in relazione, in comunicazione con Lui, per conoscerlo, per scoprire in Lui la nostra ragione di vita.
Per scoprire la Sua perfezione, le Sue ricchezze e il Suo meraviglioso aiuto. Com’è la vostra relazione con Dio? È superficiale o semplicemente un'apparenza? Ignorate il vostro Creatore?
Non pensate che forse queste crisi e questa disperazione siano una chiara conseguenza dell'assenza di una relazione con Dio? Una conseguenza dovuta al fatto che voi avete ignorato e forse deriso i Suoi consigli?
Dio ci dona sempre la possibilità di pentirci e di tornare a Lui. Che bella opportunità, quella di potersi orientare in un'altra direzione, quella giusta e dare il vero senso alla propria vita.
Fate di questa relazione con Dio una priorità e scoprite che siamo stati creati da Dio e per Dio. Egli vuole accompagnarci e soccorrerci nelle nostre difficoltà.
Anche se in primo momento sembrano negative, tutte le crisi possono giovare alla nostra relazione con Dio e alla nostra vita. Qualunque sia la crisi che state attraversando oggi, sappiate che per voi c’è speranza, un avvenire! Il nostro Dio è il sovrano di ogni speranza. Egli ha la giusta risposta alle vostre questioni e vi invita a confidare in Lui.

 

 
  • Fonte: © Voce Amica / biblicalministry.ch
  • Autore: N. Kessley
  • Traduzione: Salvatore Farinato
  • Upload: Grazia Marano