Nov 2021

Dove conduce l'invidia?

In Germania si è riscontrato che più di un tedesco su tre prova invidia nei confronti di amici e vicini. L'invidia non è soltanto un sentimento spiacevole, ma può anche rovinare molte cose. Abbiamo dei consigli su come affrontare l'invidia in modo pratico.
Poche persone vogliono essere invidiose, eppure questo sentimento pungente ama insinuarsi dentro di noi. Secondo un sondaggio, quasi la metà di coloro che sono invidiosi guardano alla situazione finanziaria dei loro vicini e amici. Circa un terzo invidia gli altri per i grandi viaggi, una casa di lusso, il successo professionale o la felicità familiare. Ma cosa fare quando l'invidia diventa insopportabile?

Cos'è l'invidia?
L'invidia è un sentimento che nasce nella persona e la fa sentire in svantaggio rispetto agli altri. È un misto d’insoddisfazione, desiderio, senso d’inferiorità e rabbia verso la persona che presumibilmente ha di più.
L'invidia è un'antica emozione umana. Nella Bibbia l'invidia fu una delle ragioni della caduta e del primo omicidio. Adamo ed Eva volevano essere come Dio, Caino era così invidioso di suo fratello Abele che lo uccise.
L'amore e l'invidia non vanno d'accordo. Coloro che sono invidiosi degli altri non si compiacciono della loro la felicità. Inoltre l'invidia purtroppo genera spesso cattivi frutti. Ma ignorare o sopprimere questi sentimenti profondamente umani non aiuterà affatto.

Percepire l'invidia come un campanello d’allarme
Ci piace far finta che tutto vada benissimo. Ammetti a te stesso che senti una mancanza in alcune aree della tua vita. Rendersi conto di questo può essere doloroso, ma è importante.
Non sei una cattiva persona se ti senti invidiosa quando vedi le foto della luna di miele della tua migliore amica. Queste emozioni ti rendono consapevoli dei sentimenti e dei desideri interiori dell'anima.
E’ utile distinguere dove la competizione scatena un'invidia inutile e dove invece si cela una vera mancanza dietro ai propri sentimenti.

Concorrenza, avidità e confronto
Ti piace confrontarti? Allora osserva il quadro completo: Saresti davvero disposto a stare seduto in un ufficio 24 ore su 24 per i soldi che guadagna il tuo vicino, come fa lui?
Ricorda a te stesso quanto stai bene e cosa hai raggiunto. Diventa consapevole dei tuoi punti di forza. Appena l'invidia competitiva comincia a spuntare, contrastala con la gratitudine per tutto ciò che hai e sei.
O c'è davvero qualcosa che stai rimandando e dove dovresti finalmente agire? Devi avere il coraggio di affrontare sogni e obiettivi! Vivi la tua vita. Ma smettila di paragonarti agli altri.

Riempire la mancanza reale
Quando l'invidia va più in profondità e graffia davvero la tua anima, permetti al dolore di manifestarsi. Senza partner, senza figli, senza malattia.... ci sono molte ragioni per cui una vera mancanza fa scattare l'invidia.
Lo scrittore di salmi Davide ha dedicato il Salmo 37 a questi sentimenti. È l'invidia che fa male. E cosa consiglia in una tale situazione? "Confida nel Signore e non preoccuparti del tuo futuro. Lascia fare a Dio, lui sistemerà tutto". (La Bibbia, Salmo 37, versetto 5)
E Davide ha ragione: chi altro se non Dio può aiutare in una situazione come questa? Spandi il tuo cuore davanti a Dio. Invita Gesù nel tuo dolore. Egli sa esattamente di cosa stai parlando. Dio ti ama e solo lui può colmare la tua mancanza. Niente e nessuno può farlo. Decidi di riporre la tua completa fiducia in Dio affinchè Egli possaa trarre qualcosa di meraviglioso dalla tua situazione.
Se non sei in grado di affrontare i sentimenti e le tue mancanze da solo, non avere paura di cercare aiuto. L'invidia può essere la tua grande opportunità di sperimentare quanto Dio sia vicino a te e quanto voglia colmare il tuo vuoto.

 

  • Fonte: © Jesus.ch 
  • Autrice: Miriam Hinrichs
  • Traduzione: Gabriella Mezzanotti
  • Upload: Grazia Marano