Stava guidando il trattore quando a un tratto un elicottero gli è precipitato addosso.

L’uomo è sopravvissuto e dice: "Dio veglia sempre su di me."

Un giovane sopravvissuto a un terribile incidente nel campo di ciliegi, ha lodato Dio per avergli salvato la vita e per essersi preso cura di lui anche nel momento peggiore, che poteva essere l'ultimo.

Logan Schneider, 19 anni, stava lavorando nell’azienda agricola dei suoi genitori e guidava il trattore in uno dei frutteti della proprietà. Pensava di avere terminato il suo lavoro, quando di colpo un elicottero colpì i cavi elettrici e gli precipitò proprio addosso.

"Ero intrappolato contro il volante, con la parte anteriore dell'elicottero proprio sulla mia schiena", ha detto Schneider al canale King5, di Washington.

Mentre lavorava indossava delle cuffie per non sentire il rumore del trattore, per questo motivo si è accorto dell'elicottero, solo quando ha alzato lo sguardo ed è stato immediatamente colpito: "Ho alzato lo sguardo ed è stato in quel momento che l'ho visto. Appena l'ho visto cadere verso di me, ho detto: 'Oh no, mi colpirà”, ha raccontato.

Quando è riuscito a liberarsi, ha anche aiutato il pilota dell'elicottero Cori Johnson, a salvarsi. Era rimasto appeso a testa in giù, sostenuto solamente dalla imbracatura e gridava aiuto. Nel frattempo sono arrivati i vigili del fuoco che hanno subito domato l’incendio.

Logan ha aggiunto: "L'ho sentito gridare. Ho guardato e l'ho visto appeso a testa in giù. Il fuoco era ovunque. Sono subito corso ad aiutarlo. In quel momento, ho agito senza pensarci due volte."

Fortunatamente entrambi non hanno riportato gravi ferite, soltanto alcune molto lievi che sono state curate con l'aiuto medico. Il 19enne ha riportato solo un'ustione, che descrive come qualcosa di incredibile, pensando di essere colpito dal peso di un elicottero.
"Direi che si tratta di un evento su un milione", ha detto Logan.
E sorprese sono continuate… In breve hanno scoperto che lui e il pilota compiono gli anni nello stesso giorno, e reduce della forte esperienza vissuta, il pilota adesso lo festeggia con un nuovo slancio di vita.
Schneider, che si è laureato da poco, ha spiegato che il suo sogno di diventare pilota è sempre attuale, anche dopo l'incidente vissuto. Inoltre ha sottolineato che la sua sicurezza si fonda su Dio, dal quale è sempre protetto.
"Voglio ancora diventare un pilota. Sento di avere sempre qualcuno che veglia su di me è Dio che veglia su me e mi protegge. Nessuno sa quando potrebbe essere il suo ultimo momento di vita", ha assicurato per concludere la sua testimonianza sulla protezione e sulla cura del Signore.

 

  • Fonte: © King5.com / bibliatodo.com
  • Autore: Eric Wilkinson
  • Traduzione: Alessia Calle
  • Upload: Grazia Marano