Apr 2021

Cosa fare quando i figli decidono di non credere?

Una delle maggiori preoccupazioni dei genitori cristiani è come crescere i propri figli affinché possano imparare ad amare e seguire Dio. Ma cosa accade quando un figlio decide di essere contro la fede cristiana? Abraham Piper ha attraversato egli stesso questa fase quando era giovane ed ha alcuni consigli su come poter aiutare il figlio o la figlia persi.

I genitori sono chiamati a portare alla fede i propri figli, a pregare con loro, a raccontare storie della Bibbia e a presentare Gesù come il loro migliore amico, ma ciò che i figli fanno poi con quanto hanno ricevuto non è più nelle mani dei genitori. Così può accadere che i figli rifiutino (a volte solo per un po') la fede dei genitori. Cosa possono fare gli educatori in una simile situazione? Hanno qualche possibilità di azione? Dovrebbero lasciare il figlio completamente solo e lasciarlo andare per la propria strada? Efesini, capitolo 2, versetto 8 mostra chiaramente che la fede è un dono di Dio - quindi i genitori non hanno alcun controllo su di essa. Ma ci sono alcune cose che si possono fare per aiutare i propri figli a ritrovare la loro strada ....

Indicare Gesù
Il problema di un adolescente ribelle non è la droga, il sesso, le sigarette, la pornografia, la pigrizia, l'omosessualità o altro. Il vero problema è che egli non riconosce chiaramente Gesù. E quindi la cosa migliore che potete fare per vostro figlio è presentargli Gesù e indicarglielo. Tutti i consigli che seguono si basano su questo. Non è un processo facile con effetti immediati, ma il peccato nella vita di vostro figlio svanirà solo quando egli vedrà Gesù come Egli è veramente.

Preghiera
Solo Dio può salvare vostro figlio o vostra figlia. Chiedetegli di mostrarsi a loro in modo tale che non possano resistergli.

C'è qualcosa che non va
Se vostra figlia o vostro figlio rifiuta Gesù, non fate finta che tutto vada bene. La situazione di ogni figlio è diversa e ha bisogno di approcci differenti da parte dei genitori. Ma è inaccettabile che i genitori non facciano nulla. Se vostro figlio non vuole credere, non ignoratelo. Ignorarlo renderà forse più facili le prossime feste in famiglia, ma la situazione non sarà più facile nel tempo (e sicuramente non in vista dell’eternità).

Non aspettatevi un "comportamento cristiano".
Se vostro figlio non è un cristiano, non si comporterà come tale. Non aspettatevi lo standard con il quale lo avete cresciuto. Se ha problemi ad avere fede, a credere che Gesù esista, sarà anche abbastanza indifferente per lui se si ubriaca o meno. Certo, voi volete proteggerlo. Ma il fatto che non creda è molto più pericoloso della sua vita rivolta ai piaceri. Ponete più attenzione al suo cuore malato che non ai sintomi.

Una porta aperta
E proprio in considerazione del fatto che l’elemento più importante è il cuore di vostro figlio e non le sue azioni, non avanzate troppe richieste prima che vostro figlio possa tornare a casa. Se vostro figlio o vostra figlia esprime il desiderio di ritornare a casa vostra, considerate questa come un'opportunità per far sperimentare loro l'amore di Gesù. Certo, ci sono situazioni in cui i genitori devono dare un ultimatum, ma questo è un caso piuttosto raro.
Se vostra figlia puzza di hashish o come un posacenere, spruzzate la sua giacca con uno spray profumato e cambiate le lenzuola dopo la sua visita, ma lasciatela tornare a casa. Se scoprite che vostra figlia è incinta, compratele l'acido folico e accompagnatela al prossimo appuntamento per l'ecografia. Se vostro figlio ha speso tutti i suoi soldi in donne e alcol, perdonatelo e lasciatelo tornare a casa. Non dategli più soldi, ma chiedetegli di restare a casa.

Chiedere invece di rimproverare
Siate amorevoli nonostante la vostra delusione. Dopo tutto avete più timore che i vostri figli si facciano del male che non che infrangano le regole. Trattate i vostri figli in modo tale che il vostro amore sia tangibile. I vostri figli sapranno - specialmente se cresciuti in una casa cristiana - che quello che stanno facendo non va bene. E sicuramente sono consapevole del fatto che anche per voi il loro comportamento non va bene. Quindi, se siete amorevolmente speranzosi nei confronti di un adolescente ribelle, questo si renderà conto che la vostra fiducia è posta veramente in Gesù.

Avere contatto con cristiani che possono più facilmente avvicinarsi ai vostri figli
Se vostro figlio vive troppo lontano per poterlo visitare, individuate dei cristiani nella sua zona e chiedete loro di prendere contatto vostro figlio. Un simile modo di agire può apparire come un'ingerenza, ma ne vale la pena, soprattutto se il credente che individuate ha la possibilità di relazionarsi emotivamente con vostro figlio.
Se vostro figlio si è allontanato da voi emotivamente, individuate un credente che possa avere accesso a vostro figlio o a vostra figlia, e del quale egli/ella abbia fiducia. Questa persona sarà in grado di parlare più direttamente a vostro figlio/a vostra figlia.

Rispettare gli amici
Incontrate i vostri figli come incontrereste qualsiasi altro non credente. Forse hanno degli amici con i quali non parlereste mai, ma sono i loro amici. Rispettate quell’amicizia anche se è basata sul peccato. Sì, non è un bene per i vostri figli, ma non si risolve nulla se si rifiutano i loro amici. Quindi, quando tuo figlio si presenta di nuovo al tuo compleanno con una nuova ragazza, sii amichevole nei suoi confronti. La sua ragazza stessa potrebbe anche essere la figlia persa di qualcuno e anche lei ha bisogno di Gesù.

Rimanere in contatto
Le nuove tecnologie rendono così facile mantenere i contatti. Se leggete dei versetti nella Bibbia che vi incoraggiano e vi aiutano ad amare maggiormente Gesù, condividete questo con vostro figlio mandandogli due righe via e-mail o WhatsApp. Questo non significa che un versetto sia particolarmente importante, inviategli un versetto dopo l’altro. La Parola di Dio non ritorna mai vuota.

Andare al ristorante
Ma non tenetevi in contatto solo virtualmente. Cercate anche di vedere vostro figlio di persona. Si può pensare che ciò possa essere stressante e imbarazzante, ma ricordate che è molto peggio per vostro figlio. Quindi, se lui o lei accetta l'invito, è un motivo per dire grazie! Parlate con lui/lei della sua vita quotidiana. Vostro figlio/figlia deve percepire che siete interessati a lui/lei. E prima che la cena sia finita, chiedete a lui/lei come sta interiormente e pregate per questo, perché non potete sapere quale sarà la sua reazione.
Un consiglio per i genitori con bambini più piccoli: Se vi impegnate ad avere regolarmente "appuntamenti" come questo con i vostri figli da quando sono piccoli, non sembrerà loro strano se vi sforzate di farlo anche durante i "periodi ribelli" della loro vita.

Interesse per le attività
Se vostro figlio sta deliberatamente rifiutando Gesù, allora probabilmente sta trascorrendo il suo tempo libero facendo cose che vi deludono. Tuttavia, cercate il valore in quegli interessi dei vostri figli e incoraggiateli. Dopo tutto avete anche assistito alle loro rappresentazioni teatrali e alle loro partite di calcio quando avevano dieci anni. Cosa potete fare ora per mostrare ai vostri figli che siete ancora interessati ai loro hobbies?

Indicate Gesù
Non lo ripeterò mai a sufficienza. Perché questo è il punto. Nessuna strategia servirà a raggiungere con successo vostro figlio o vostra figlia a lungo termine se non si tratta di conoscere Gesù.
Non si tratta di diventare di nuovo dei "bravi ragazzi", che si fanno la doccia e ascoltano musica normale. L'unica ragione per la quale pregate per i vostri figli, date loro il benvenuto, chiedete loro di rimanere in contatto con voi, uscite con loro o vi interessate ai loro hobbies, è perché gli occhi interiori dei vostri figli si aprano di nuovo a Gesù Cristo. Lui è l'unica speranza. Rimanete fedeli e non mollate!

 

  • Fonte: © Desiringgod.com / Jesus.ch
  • Autore: Rebekka Schmidt / Abraham Piper
  • Traduzione: Gabriella Mezzanotti
  • Upload: Grazia Marano